Sedotta e Abbandonata | Marina Comparato

“comparato

”Sedotta e abbandonata” è un programma con il mezzosoprano Marina Comparato che prende il titolo dal famoso e omonimo film italiano degli anni '60 che ha come protagonista Stefania Sandrelli. L'ironia con cui il film affronta un tema di estrema tragicità è ciò che anima il programma del concerto che propone una serie di eroine barocche che del loro abbandono fanno un motivo di sofferenza, dolore o... vendetta. L'ascoltatore compie un viaggio che si conclude con la Juditha Triumphans di Antonio Vivaldi in cui la protagonista Juditha decapita, dopo averlo sedotto, il conquistatore Oloferne, quest'aria è posta alla fine del programma insieme alla prima esecuzione in tempi moderni della bellissima azione drammatica Didone Abbandonata di Ristori in quanto entrambi portatrici di una visione dei personaggi femminili non ortodossa, reattiva e violenta. Questa visione della figura femminile è in contrasto con le musiche che precedono in cui le eroine barocche piangono e si disperano in preda alle emozioni dovute all'abbandono. Il concerto si apre con il Lamento di Arianna di Monteverdi a cui seguono una cantata di Händel dedicata ad Armida e la lunga scena conclusiva del secondo atto dell'Alcina, composizioni in cui la componente drammatica è molto presente e si esprime in arie di grande espressività e virtuosismo. Nella seconda parte la rabbiosa e disperata scena finale del II atto dall'Armide di J.B. Lully e la tristezza languida del Lamento dal Dido and Aeneas di Purcell vengono contrapposte all'interpretazione quasi emancipata della Didone Abbandonata di Ristori in cui la regina di Cartagine mostra tratti molto più violenti ed una caratterizzazione lontana dagli stereotipi dell'epoca.

PROGRAMMA

D. Castello, Sonata nr. 10 dal Secondo Libro di Sonate Concertate

C. Monteverdi, “Lamento di Arianna”

G.F. Händel, Sinfonia HWV 347

G.F. Händel, “Armida abbandonata” HWV 105

G.F. Händel, da “Alcina” HWV 34, Recitativo accompagnato “Ah Ruggiero crudel” e Aria “Ombre pallide”

————

J.B.Lully, scena ultima dal II atto di “Armide”

H. Purcell, Sinfonia “The fairy Queen”

H. Purcell, da Dido and Aeneas, “When I am laid on earth”

G.A. Ristori, “Didone Abbandonata” (prima esecuzione in tempi moderni)

A Vivaldi, Concerto per archi in re min. RV 127

A. Vivaldi, “Agitata infidu flatu” da Juditha triumphans

“comparato

“Sedotta e abbandonata” (“Seduced and abandoned”) is a concert program with the mezzosoprano Marina Comparato inspired by a famous italian film from the 60s, starring Stefania Sandrelli. The ironical way that the film uses to speak about a very tragical situation is the key of the concert.

The program proposes a “collection” of baroque heroines abandoned by their lovers. In the first part of the concert Marina Comparato presents the typical baroque archetypes of the abandoned woman: Il “Lamento di Arianna” by Monteverdi, the cantata “Armida abbandonata” and the final scene from the second act of the “Alcina” by Handel. The second part begins with the desperate and furious final scene from another second act: “Armide” by J.B. Lully then the “Dido's Lament” by Purcell introducing to the unknown masterpiece by G.A. Ristori “Didone abbandonata”, a premiere after 300 years! The aria closing the concert is “Agitata infidu flatu” from the “Juditha Triumphans” by Vivaldi. The pieces of the second part present an unorthodox imagine of the seduced and abandoned woman, very aggressive and violent instead of the conventionally used “baroque lamento”.

Between the vocal compositions Alraune plays some instrumental music by Castello, Handel, Purcell and Vivaldi.

PROGRAM

D. Castello, Sonata nr. 10 dal Secondo Libro di Sonate Concertate

C. Monteverdi, “Lamento di Arianna”

G.F. Händel, Sinfonia HWV 347

G.F. Händel, “Armida abbandonata” HWV 105

G.F. Händel, da “Alcina” HWV 34, Recitativo accompagnato “Ah Ruggiero crudel” e Aria “Ombre pallide”

————

J.B.Lully, scena ultima dal II atto di “Armide”

H. Purcell, Sinfonia “The fairy Queen”

H. Purcell, da Dido and Aeneas, “When I am laid on earth”

G.A. Ristori, “Didone Abbandonata” (prima esecuzione in tempi moderni)

A Vivaldi, Concerto per archi in re min. RV 127

A. Vivaldi, “Agitata infidu flatu” da Juditha triumphans